Sfide affrontate dalle stablecoin

È una particolare classe di criptovalute che di solito ha il suo valore correlato a un’altra risorsa, come una valuta fiat, alcune materie prime o altre classi di risorse crittografiche.

Per quanto riguarda le criptovalute importanti, che subiscono improvvisi salti nella loro valutazione, a volte in pochi secondi, gli scettici sostengono che le normali criptovalute sono quasi impossibili da utilizzare come mezzo di scambio. La tua tazza di caffè mattutina potrebbe costare il 25% in più nel tempo necessario per il pagamento.

In questo senso, questi beni cercano di risolvere la situazione specifica attraverso una “garanzia”. Il funzionamento in pratica varia. In alcuni casi, una valuta viene tenuta di riserva in base alla quantità di stablecoin in circolazione, o forse un grammo d’oro.

Poiché dollari e metalli preziosi non sono così vulnerabili alle fluttuazioni irregolari, la maggior parte di queste criptovalute cerca di rimuovere l'”instabilità” dall’equazione. Inoltre, sono considerati da alcuni un rifugio sicuro quando il settore subisce battute d’arresto temporanee.

Inoltre, è possibile sfruttare i tuoi movimenti di prezzo nei servizi di trading, puoi registrarti sul sito web di Bitcoin Prime e accedi alle applicazioni di trading sui principali altcoin.

Anche se questo suona bene, quali sono gli aspetti da considerare?

Alcuni dei principali attori del settore sono stati accusati di mancanza di chiarezza. Tether è la settima più grande criptovaluta al mondo al momento della stesura di questo articolo e la stablecoin di alto profilo ha una capitalizzazione di mercato di oltre $ 4 miliardi. Ma la sua semplice promessa che ogni unità è “sostenuta al 100%” da dollari statunitensi è stata messa in discussione negli ultimi anni e sono stati sollevati problemi legali.

Alcuni critici delle criptovalute hanno richiesto che le valute digitali come l’USDT siano controllate in modo tale da verificare l’autenticità delle loro affermazioni; tuttavia, questa richiesta viene ancora mantenuta senza risultati.

Le recenti modifiche ai nuovi requisiti sul sito Web ufficiale potrebbero essere rivelatrici, in quanto potrebbero suggerire che USDT è supportato da asset. Inoltre, indica che è possibile raggiungere conti da riscuotere dal finanziamento. L’affermazione di operare con riserva frazionaria è nata a seguito di una comunicazione da parte dei legali rappresentanti, dove si afferma che la società sostiene solo meno dell’80% della fornitura.

“Una piccola quantità di riserve” è anche in Bitcoin, spingendo un giudice della Corte Suprema di New York a chiedere perché Tether avesse collocato i suoi beni nella stessa valuta volatile che avrebbe dovuto modulare.

Tutto questo si presenta come un caso in corso da parte dell’Ufficio del Procuratore Generale di New York che sostiene che $ 850 milioni di fondi USDT sono stati utilizzati per coprire le perdite di Bitfinex; uno scambio di affiliazione, che indubbiamente incide sulla fiducia.

Cosa possono fare gli operatori?

Un modo per infondere fiducia e superare una sfida significativa che queste risorse devono affrontare è la totale chiarezza.

I rivali di USDT hanno approfittato della sua debolezza, aprendo i loro libri al pubblico e affermando che le loro criptovalute hanno una protezione completa dalla valuta statunitense.

Uno di questi prodotti è l’USDK. Lanciato a giugno 2019, l’ERC-20 è stato co-sviluppato dalla società OKLink e dal Entità fiduciaria con licenza statunitense Prime Trust, con fondi custoditi in modo indipendente.

L’operatore afferma che offre un tasso di conversione 1: 1 garantito tra USDK e USD e il suo valore monetario è riservato al 100%. A tal fine, la società di revisione indipendente Armanino fornisce report mensili in USD, gestiti da Prime Trust per i titolari di token USDK, al fine di offrire la massima chiarezza al pubblico. Mentre le revisioni IC sono effettuate da società terze (Certik e Slowmist).

L’USDK, che è quotata sui principali exchange OKEx e Bitfinex, offre la liquidità necessaria agli agenti finanziari per utilizzare le criptovalute.

Cosa porterà il 2022 a questa classe di criptovalute?

Molti esperti affermano che ci saranno grandi lanci, ma che potrebbero portare a nuovi “drammi normativi”.

Tieni d’occhio Facebook e Walmart su come stanno procedendo i loro progetti, così come i paesi di tutto il mondo svelano i piani per creare versioni crittografiche delle proprie valute. I regolatori probabilmente non avranno altra scelta che elaborare un quadro chiaro che delinei il posto che le stablecoin occupano nell’economia, ma alcuni paesi, come l’India, potrebbero continuare a spingere per un divieto totale dell’uso di queste risorse.

Tornando alla comunità cripto, i prossimi anni a venire potrebbero vedere gli scambi lavorare insieme per rendere disponibile il “cripto-stabile” a livello globale. Una spinta alla disintermediazione e all’inclusione finanziaria. USDK è stato lanciato quotandosi sia su OKEx che su Bitfinex, il che significa che la valuta digitale può beneficiare un settore più ampio di consumatori.

D’altra parte, negli Stati Uniti, che hanno adottato un approccio più cauto alle criptovalute in generale, sembra che la regolamentazione dipenderà dal metodo utilizzato da questi asset per raggiungere la permanenza. Di conseguenza, quelli che sono “legati al dollaro USA” sono stati gestiti in modo diverso da quelli che mantengono un valore stagnante con l’adeguamento dell’ambiente.

Sebbene “regolamentazione” sia considerata una parolaccia, c’è un argomento che linee guida chiare da parte delle istituzioni di equità potrebbero aiutare questa classe di criptovalute – e il settore delle criptovalute nel suo insieme – a crescere e prendere piede. Timothy G. Massad, professore presso la John F. Kennedy School of Government di Harvard, ritiene che il rafforzamento delle normative proteggerebbe meglio gli investitori in criptovalute, incoraggerebbe l’innovazione, ridurrebbe i casi in cui queste risorse digitali vengono utilizzate per scopi illeciti, oltre a ridurre la frequenza di attacchi informatici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su